09 Settembre 2016

Un passo importante il gioco d'azzardo patologico nei Livelli essenziali di assistenza

Categoria: Comunicati

Don Zappolini: "Ora il divieto assoluto della pubblicità"

Un passo importante il gioco d'azzardo patologico nei Livelli essenziali di assistenza

 

Comunicato stampa

“L'inserimento del gioco d'azzardo patologico nei Livelli essenziali di assistenza”, dichiara don Armando Zappolini, portavoce di Mettiamoci in gioco, la Campagna nazionale contro i rischi del gioco d'azzardo "è un passo importante nel contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo. Si tratta di un successo che premia le tante organizzazioni della società civile e i tantissimi cittadini impegnati sul fronte azzardo, che da tempo chiedevano che il sistema sanitario pubblico si facesse carico delle persone che cadono in una situazione di dipendenza a causa della diffusione incontrollata di tale fenomeno."

"Il prossimo passo", conclude don Zappolini, "è il divieto assoluto della pubblicità del gioco d'azzardo. Governo e parlamento non rimandino ulteriormente una misura cruciale per ridurre davvero l'offerta del gioco d'azzardo nel nostro paese".

La Campagna Mettiamoci in gioco è promossa da Acli, Ada, Adusbef, Ali per Giocare, Anci, Anteas, Arci, Associazione Orthos, Auser, Aupi, Avviso Pubblico, Azione Cattolica Italiana, Cgil, Cisl, Cnca, Conagga, Ctg, Federazione Scs-Cnos/Salesiani per il sociale, Federconsumatori, FeDerSerD, Fict, Fitel, Fp Cgil, Gruppo Abele, InterCear, Ital Uil, Lega Consumatori, Libera, Scuola delle Buone Pratiche/Legautonomie-Terre di mezzo, Shaker-pensieri senza dimora, Uil, Uil Pensionati, Uisp.

Info:

Mariano Bottaccio 

cell. 329 2928070 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.mettiamociingioco.org

Seguici su: